Home arrow Ospitalità arrow Residenze artistiche
Residenze artistiche

Cosa sono?

mariucLe residenze artistiche nascono per soddisfare bisogni e necessità di artisti (performance, arti figurative, teatro, danza, musica…) e della comunità.

Per gli artisti, soprattutto per gli emergenti, è sempre più difficile trovare dei luoghi dove poter esprimere la propria creatività e dar vita alle proprie creazioni. Da questo gap nasce l’idea di attivare una politica di scambi che permetta agli artisti di potersi dedicare a tempo pieno al proprio lavoro, per un periodo che può variare da una settimana ad un mese, in un luogo accogliente e che trasmetta la creatività, la positività e “l’energia” degli artisti residenti.

In cambio dell’ospitalità agli artisti si chiede di condividere il proprio percorso artistico con il luogo di residenza e con tutta la comunità; vale a dire che ad ogni residenza corrisponde una mostra, un’opera che possa arricchire l’arredo urbano e del luogo di residenza, uno spettacolo, una performance, un concerto.

Le residenze artistiche creano un circolo virtuoso all’interno del quale, oltre allo scambio tra la comunità e gli artisti, si favorisce l’incontro e lo scambio tra artisti di diverse provenienze e discipline rendendo il luogo della residenza un luogo di produzione di eventi e performance unici ma ripetibili.

Per la comunità i benefici sono enormi. Uno su tutti: il moltiplicarsi di eventi culturali ad ampio raggio che possono essere dislocati all’interno della rete di servizi culturali della città (musei, rassegne, festival) e nutrire contestualmente i percorsi già attivati dal Centro di Palmetta.

Il percorso delle residenze concorre in maniera significativa alla creazione di un pubblico responsabile e consapevole grazie all’incontro con gli artisti che, presentando il proprio lavoro, mostrerano i propri processi creativi ed hanno la possibilità di confrontarsi con un pubblico che non è più soltanto fruitore della performance, ma diventa un interlocutore attento e sensibile in quanto partecipe nell’atto della creazione.


Residenze attivate

Marianna Andrigo. Febbraio 2006 

Sara Marchesi e Antonio La Nera. Marzo 2006 

Fabiana Ruiz Diaz. Giugno 2006 

Sineglossa, Gennaio 2007 

Vincenzo Schino, Maggio 2007